lunedì 26 giugno 2017

Gewürztraminer



Una distesa di Gewürztraminer allevato con le tipiche pergole sudtirolesi


Per questo, si tratta di un vino molto apprezzato e che ben si accosta a diversi piatti della tradizione gastronomica italiana ed internazionale, esaltandone i sapori e i profumi.

Gewürztraminer: zona di produzione e vitigni

Il Gewürztraminer è un vino prodotto nella provincia di Bolzano e nel Sudtirolo; con probabilità la sua origine precisa va però ricercata nella zona del paese di Termeno (in tedesco, Tramin), dal quale trae il suo nome. Il termine “gewürz”, invece, significa “aromatico”, “speziato”: non è infrequente perciò incontrare una versione italiana del nome di questo vino, conosciuto anche come “Traminer Aromatico” o, semplicemente, Traminer.
Sembra che già attorno all’anno 1000 venisse coltivato in questa zona geografica un “antenato” delle attuali uve, che si differenziarono tuttavia nel tempo per il colore della
buccia, che assunse una tonalità più rosa-grigiastro, e acquisendo una più spiccata aromaticità.
Nonostante il Gewürztraminer sia un vino molto apprezzato, la sua diffusione è limitata a causa della scarsità di zone vocate alla sua coltivazione, ed all’incertezza dei raccolti legata ai fattori climatici. Le uve infatti devono crescere e maturare in zone caratterizzate dal clima freddo, e in questo senso le aree collinari e di montagna sono il luogo ideale. Tuttavia, la scarsità e la variabilità delle produzioni di anno in anno costituiscono un ostacolo col quale i produttori di Gewürztraminer devono costantemente fare i conti. In questo senso la zona di origine è vincolante:
spostando la produzione verso zone più calde, e quindi climaticamente più favorevoli, si otterrebbe infatti solo una maturazione anticipata delle uve, senza che in esse si
gewurztraminer
possano sviluppare le componenti aromatiche che caratterizzano il vino; per questo, tutti i tentativi di produzione del Gewürztraminer in zone climaticamente più temperate sono destinati ad un inevitabile fallimento.

Diversi altri tipi di Traminer, fra cui varianti rosé e rosse, sono comunque coltivati in altre zone collinari italiane, soprattutto in Friuli Venezia Giulia. In Trentino Alto Adige sono presenti ben due Denominazioni di Origine Controllata: il Trentino DOC (istituita nel 1975) e l’Alto Adige DOC (istituita nel 1985), al quale si riferisce specificamente il termine “Gewürztraminer”.
Il Gewürztraminer si ottiene dunque dalle uve prodotte dal’omonimo vitigno, i cui grappoli sono di piccole dimensioni e presentano acini di un bel colore rosato. Queste viti crescono bene su terreni collinari esposti al sole. La resa in uva per ettaro per
l’Alto Adige DOC è di 120 quintali, mentre la resa massima dell’uva è del 70%.

Caratteristiche organolettiche e chimiche del Gewürztraminer

Il colore del Gewürztraminer è un bel giallo paglierino, che può diventare di una gradazione più carica fino a raggiungere tonalità dorate e color ottone. Il profumo è intenso, persistente ed aromatico, dalla dolcezza che richiama quella delle uve di origine e che in sé racchiude odori di lavanda, rosa, spezie e canditi, ma anche di fiori d’arancio e chiodi di garofano. Il sapore è gradevolmente aromatico e pieno, ma anche asciutto, morbido ed equilibrato. Gli aromi rimangono piacevolmente in bocca anche dopo diverso tempo, lasciando un retrogusto fortemente aromatico ed intenso.
Dal punto di vista chimico, la gradazione alcolica finale del Gewürztraminer è di 11.5°, mentre l’estratto secco netto minimo è del 16 per mille.

Modalità di servizio e abbinamenti del Gewürztraminer

Il Gewürztraminer va servito a temperature di circa 12-14°C, stappandolo qualche minuto prima. Va servito in calici abbastanza ampi, che permettano di raccogliere e far percepire i profumi sprigionati dal vino.


I cibi da abbinare al vino Gewurztraminer
Il Gewurztraminer è un vino molto corposo, che non va usato con piatti cremosi. E’ un vino che sposa bene con il piatto francese per eccellenza, il foie gras, soprattutto se proviene da una vendemmia tardiva e ha un buon residuo zuccherino. Con il Gewurztraminer si può abbinare lo speck perché questo vino va d’accordo con i cibi affumicati. Nella sua regione d’origine trova abbinamenti perfetti con i salumi del Trentino Alto Adige come la carne salada e la mortàndela della Val di Non. I canederli con funghi, il Puzzone di Moena e le fondute vanno a nozze con il Gewurztraminer. Il vino Gewurztraminer si può abbinare anche a crostacei nobili e non come l’aragosta, con riso basmati e gamberoni al curry, zuppe di granchio e granchi in tempura.
Il Gewurztraminer con la cucina thai e cinese
Si può usare questo vino associato alla cucina cinese: il riso o i piatti di pesce cinesi, le carni bianche e tutto ciò che è speziato si abbina alla perfezione con il Gewurztraminer. Nella cucina thai tutti gli ingredienti sposano bene con questo vino. Qualche esempio è il Satay di manzo con salsa di arachidi, la Laska di gamberi, l’insalata di uova al curry, il curry di manzo e il pollo al cocco.
Il  Gewurztraminer va a nozze anche con tutti i piatti che possono essere fatti con la
pasta frolla. Quindi racchiusi nella pasta frolla come formaggio caprino, maiale, pesce, astice. Inoltre i più raffinati possono abbinare il Gewurztraminer a piatti a base di tartufo come i passatelli al tartufo. Con le verdure il Gewurztraminer non va con gli asparagi e in generale con verdure verdi e acide ma sposa bene con la zucca e le patate con cui si possono cucinare buonissime vellutate. Con la pasta sono dei must con il Gewurztraminer i piatti della tradizione romana come l’amatriciana o l’amatriciana di pesce e i bucatini cacio e pepe. Per i salumi da accompagnare al questo vino, bisogna scegliere salumi lavorati con spezie morbide.
Infine con i dolci si può abbinare il Gewurztraminer passito fatto da vendemmia tardiva. I dolci adatti a questo vino sono le cheesecake, le crostate e soprattutto la pastiera napoletana.



10 Domande per Sommelier 12-04-2018

Inizia il test 12/04/2018