venerdì 8 dicembre 2017

Impariamo a conoscere anche qualche vino francese - Chateau Petrus il più grande tra i vini di Bordeaux



Pétrus è un vino della regione viticola di Pomerol vicino a
Bordeaux. Sebbene i suoi vini non abbiano mai partecipato ad alcuna classificazione, Pétrus è considerato uno dei grandi bordeaux allo stesso livello che i grandi cru del Médoc, Pessac-Léognan e Saint-Émilion.
In origine proprietà della famiglia Arnaud, la proprietà fu parzialmente acquistata da Mme Loubat, di Libourne nel 1925 e nel 1945 divenne unica

proprietaria. Per far concorrenza ai grandi vini del Médoc, Mme Loubat si mise all'opera per sfruttare al massimo le potenzialità del suo terreno. Nel 1961, Mme Lacoste et M. Lignac, nipoti di Mme Loubat, ereditarono la proprietà. Qualche anno più tardi, M. Lignac cedette la sua quota al negoziante Jean-Pierre Moueix, che si diede molto da fare per il prestigio internazionale dei suoi vini (specialmente facendolo conoscere alla famiglia Kennedy). Dal 2001, la proprietà appartiene a suo figlio Jean-François Moueix ed è Christian Moueix, l'altro figlio, che cura la gestione. Il vino è elaborato dall'enologo Olivier Berrouet.

Terreno sabbioso in superfice

La superficie è di 11,4 ha con una densità di 5500 piedi/ha. Si estende a nord-est di Libourne e fino al limite occidentale di Saint-Émilion. Il terreno è composto da una percentuale elevata di argilla ricca in ferro, molto più che nelle proprietà circostanti. Di regola il Petrus è prodotto con uve merlot vinificate in purezza, ma quando il tempo permette una perfetta maturazione del cabernet franc,
chateau petrus
viene aggiunta anche una piccola percentuale di questa varietà.
con delle vigne di circa 35 anni di età.
Pétrus produce in media 4.500 casse di vino all'anno, cioè 54 000 bottiglie. I grappoli d'uva sono vendemmiati a mano e vinificati in cisterne di cemento. Il vino passa 21 mesi in botti di rovere interamente nuove, prima di essere imbottigliato.
Le grandi annate unanimemente riconosciute sono 1929, 1945, 1947,1961, 1982, 1989, 1990, 2000 e 2005.
Il prezzo di una bottiglia varia tra i 600 euro per un'annata modesta e i 3000 euro per una grande annata, se non di più.


Il segreto della qualità del Petrus risiede anche nel connubio tra un terroir unico e il perfezionismo applicato a ogni singolo passaggio produttivo. A luglio, una potatura verde a dir poco drastica abbassa notevolmente la quantità di uva prediligendo però la qualità. Per la vendemmia, inoltre, viene ingaggiato uno squadrone composto da quasi duecento persone, così da ridurre a un solo pomeriggio il tempo necessario a raccogliere le uve dei 12 ettari vitati.

Sinceramente vi dico che io non ho ancora degustato uno Chateau Petrus…………………………


Nicola Tamburrino

10 Domande per Sommelier 12-04-2018

Inizia il test 12/04/2018